martedì 2 marzo 2021
Logo Identità Insorgenti

Riaprono anche le Catacombe di Napoli: visite da prenotare sul sito ufficiale

Beni Culturali | 9 Febbraio 2021

Ancora un luogo della cultura che torna a vivere a Napoli. Le Catacombe di San Gennaro e di San Gaudioso dopo tre mesi di chiusura riapriranno con visite in sicurezza, tutti i giovedì e venerdì a partire dall’11 febbraio.

Incoraggiati  dalla riapertura dei vicini musei (Capodimonte e Museo archeologico nazionale di Napoli) i ragazzi della Cooperativa La Paranza, che con la gestione delle Catacombe di Napoli hanno contribuito a cambiare il volto della così detta ‘Collina dell’arte’, tornano al lavoro e in attesa dei flussi turistici invitano napoletani e campani a visitare le catacombe.

Una riapertura ridotta ma per ricominciare

“Siamo consapevoli – dice all’Ansa Giovanni Maraviglia, presidente della Cooperativa La Paranza – che il mondo della cultura sta attraversando un momento complicato che comporta sacrifici enormi per tutti i lavoratori del settore. Abbiamo sperimentato un grande vuoto nelle nostre città con i luoghi della cultura chiusi ed è per questo che, se pure in forma ridotta, prevediamo la riapertura delle Catacombe diventate non solo un attrattore turistico, ma parte integrante dell’identità di tutta la comunità. Abbiamo il dovere di ricominciare, siamo pronti e non ci fermiamo”.

Visite il giovedì e venerdì su prenotazione

Le visite guidate si svolgeranno ogni ora: dalle 10:00 alle 17:00 alle Catacombe di San Gennaro (via Capodimonte 13) e dalle 10:00 alle 13:00 alle Catacombe di San Gaudioso (custodite nella Basilica di S.M. della Sanità in piazza Sanità 14). È possibile prenotare la visita guidata sul sito ufficiale www.catacombedinapoli.it.

Gli ingressi avverranno in piccoli gruppi debitamente distanziati, per tutti i visitatori c’è l’obbligo di indossare i dispostivi di protezione individuale.

Il circuito ExtraMann

Le Catacombe fanno parte del circuito ExtraMann creato dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli che mette in rete ben 33 siti culturali cittadini, molti dei quali stanno riaprendo in questi giorni con diverse modalità. Già attivi anche Cartastorie, Respiriamo arte alla Chiesa di Santa Luciella, Sant’Anna dei Lombardi, il museo Filangieri.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 9 Febbraio 2021 e modificato l'ultima volta il 9 Febbraio 2021

Articoli correlati

Beni Culturali | 27 Febbraio 2021

Nuova scoperta a Pompei: rinvenuto un carro da parata integro

Beni Culturali | 22 Febbraio 2021

Il Toro e l’Ariete. Da Wall Street al museo Salinas: storie di bestie e di potere

Beni Culturali | 20 Febbraio 2021

Pompei: è Gabriel Zuchtrieghel il nuovo Direttore