giovedì 25 febbraio 2021
Logo Identità Insorgenti

Riaprono le scuole medie, ma mancano gli insegnanti per coprire i doppi turni

Istruzione, scuola, università | 25 Gennaio 2021

Riaprono le scuole medie in Campania. Con percentuali in presenza che vanno da un minimo del 50% ad un massimo del 75%.

In molti istituti partenopei e non solo c’è un punto interrogativo, sui supplenti docenti aggiuntivi per coprire i doppi turni che è possibile assumere nelle scuole, in virtù della nuova organizzazione dettata dall’emergenza Covid.

In molte scuole le classi saranno spacchettate in due

Molte scuole non hanno ancora attivato la procedura e quindi ora molti iniziano con doppi turni o turni alternati. Per molti, insomma, gli spazi e il personale attualmente a disposizione consentono di avere metà alunni a casa e metà in classe con il professore collegato dall’aula. Prevale in molte scuole la soluzione di dividere in due la classe con orario in presenza ridotto per i primi dieci giorni, in attesa che altri docenti possano assicurare la copertura ed entrare a regime.

L’ordinanza di De Luca

L’ordinanza di De Luca sulla riapertura  richiama i Dirigenti scolastici all’obbligo di rispetto dei requisiti generali di sicurezza, alla puntuale attuazione dei rispettivi Piani di sicurezza anti-covid e alle relative responsabilità, in stretto collegamento con l’Asl a cui è demandato il compito  di verificare la sussistenza delle condizioni di sicurezza sanitaria nelle scuole.

La manifestazione degli studenti delle superiori

 

Nell’ordinanza si prevede poi che dal 1 febbraio 2021 è consentita la ripresa delle attività in presenza delle scuole secondarie di secondo grado e che è demandata ai Dirigenti scolastici, sulla base dei singoli contesti, la definizione, nell’ambito della popolazione studentesca di propria competenza, della percentuale di studenti in presenza, nell’ambito dei limiti minimo e massimo (50 % e 75 %) previsti dal DPCM 14 gennaio 2021. E’ in ogni caso raccomandata l’adozione i criteri prudenziali, al fine di assicurare le condizioni di maggiore sicurezza nella fruizione delle attività in presenza.

Ed è fatta raccomandazione ai Dirigenti scolastici di ogni ordine e grado di assicurare, su richiesta, la fruizione dell’attività didattica a distanza, nella misura massima consentita, agli alunni con situazioni di fragilità del sistema immunitario, proprie ovvero di persone conviventi.

Intanto gli studenti delle superiori saranno in piazza oggi alle 10 per un presidio davanti alla Regione, a Santa Lucia, per chiedere una ripresa della scuola in sicurezza. Chi non sarà presente si asterrà comunque dalla dad.

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 25 Gennaio 2021 e modificato l'ultima volta il 25 Gennaio 2021

Articoli correlati

Istruzione, scuola, università | 21 Febbraio 2021

Facciamo chiarezza: le scuole campane resteranno aperte in zona arancione

Istruzione, scuola, università | 12 Febbraio 2021

Studenti di nuovo in piazza: sciopero per il diritto allo studio in sicurezza

Istruzione, scuola, università | 9 Febbraio 2021

Campania, l’unità di crisi: “Su chiusura scuole valutazione con prefetti e sindaci”