mercoledì 23 ottobre 2019
Logo Identità Insorgenti

RICOMINCIO DAI LIBRI

“Parla una donna”: la grande guerra vista da Matilde Serao

Libri | 5 Ottobre 2019

Presentazione di “Parla una donna” di Matilde Serao (edito da Rina Edizioni), resoconto storico degli avvenimenti della Grande Guerra, a Ricomincio dai libri. Si tratta di una raccolta di articoli usciti su “Il Giorno”, il quotidiano da lei fondato nel 1904, apparsi a partire dal 25 maggio 1915, primo giorno di entrata in guerra dell’Italia, a marzo 1916, raccolti in volume nel 1916 e oggi ripubblicati per la prima volta. Il volume che raccoglie i suoi articoli è un libro-documento che offre uno spaccato sociale dell’epoca, ma soprattutto ci offre una Serao potente, con le sue contraddizioni, le sue complessità. Infatti mentre esalta la centralità della donna che combatte da casa una battaglia quotidiana contro le difficoltà sorte dalla mancanza degli uomini impegnati al fronte: in «queste pagine […] son notati gli episodi della virtù muliebre, […] sono espressi i sensi di ammirazione, per tanto valore di fanciulle, di donne, di madri» dall’altro si schiera contro il movimento delle suffragette in Inghilterra, che definisce «povera milizia femminista» che si adopera «perché le donne avessero il voto. Parole dalle quale emerge quel conformismo borghese che a volte inonda i suoi scritti, ma che vanno appunto contestualizzate in quella complessità e in quell’epoca dove tutti erano interventisti, a cui hanno fatto riferimento anche questa mattina, in Sala Cavalluccio Rosso, Donatella Trotta – massima esperta e riferimento giornalistico e non solo su Matilde Serao e Paola Villani che hanno raccontato il volume, dove la Serao offre un quadro dettagliato della condizione delle donne nelle diverse classi sociali che combattono ogni giorno sul fronte interno. E spiegando anche quanto sia pretestuoso il giudizio del femminismo sulla giornalista che offre sì una visione conservatrice riguardo il ruolo della donna nella società, ma che è perfettamente in linea con la mentalità del tardo Ottocento e con i messaggi divulgati dalla propaganda bellica. Di contro la Serao è stata però una donna donna, che ha saputo giocare le sue partite eccellentemente in tanti ruoli… questo libro è un tassello fondamentale, dunque, non solo per conoscere il suo punto di vista sulla Grande Guerra ma per approfondire la conoscenza con la figura della stessa scrittrice.

 

 

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 5 Ottobre 2019 e modificato l'ultima volta il 5 Ottobre 2019

Articoli correlati

Libri | 7 Ottobre 2019

IL BILANCIO

Scommessa vinta per Ricomincio dai libri ai Quartieri Spagnoli

Libri | 5 Ottobre 2019

RICOMINCIO DAI LIBRI

Da Foqus le interviste con i nuovi autori

Libri | 2 Ottobre 2019

OSPITI DI CARTA

A Ricomincio dai libri c’è Geronimo Stilton

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi