fbpx
venerdì 10 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

RICOMINCIO DAL CENTRO

Imperatore a Via Duomo dedica una pizza a San Gennaro per il dopo lockdown

Imprese | 27 Giugno 2020

Ricominciare. Dal Centro storico di Napoli. Svegliarsi la mattina e alzare le saracinesche delle attività, risistemare i locali, le botteghe, i negozi, le vetrine. Rimodulare l’organizzazione, lo staff, gli orari, le proposte e anche le prospettive.

Questo vuol dire fare commercio e impresa in epoca post covid, o quanto meno in questa fase così ancora intermedia e incerta che è definita da tutti la fase tre.

Abbiamo deciso di raccontarvela con uno speciale tutto dedicato al Centro Storico, dove la mancanza di turisti ha pesato enormemente sulla ripartenza delle attività che hanno riaperto da meno di un mese.

Dal food, all’artigianato, dal settore dell’accoglienza come i b&b ai negozi al dettaglio. Questa narrazione con due live a settimana e relativi articoli è dedicata a loro, per dare luce a realtà che, nonostante tutto, ci sono. Sono vive. E vogliono farlo sapere.

Secondo appuntamento di questo speciale che ci vede stavolta a Via Duomo, a due passi da Forcella, dove quartieri, tradizioni e famiglie storiche si incrociano e si sostengono in questa fase dove proprio quella via, sempre piena di turisti, deve ripartire puntando sui napoletani.

Vi raccontiamo la Pizzeria Imperatore di Salvatore Buono, una realtà giovane, nata tre anni fa ma che affonda le sue radici nella storica famiglia di rosticcieri che tutta la città conosce: Imperatore appunto.

La pizzeria, sia nel suo logo che nelle insegne, porta la data del 1906, ed è la prima cosa che ci tiene a  chiarire Salvatore quando ci incontra: “Questa è la data di nascita del mio bisnonno, colui che insieme ai figli negli anni 50 ha dato vita alla prima rosticceria a Forcella. Dove inizialmente si vendevano solo salumi e poi, piano piano, sempre più richiesti, cominciarono a sfornare i famosi pezzi caldi che fanno parte della storia napoletana, come le frittatine”.

Ma come spesso succede nelle famiglie è la nuova generazione a rompere le fila e a dar vita ai cambiamenti. Ed è successo anche qui, quando, Salvatore, innamorato della pizza di Gorizia al Vomero, guardandola sfornare, decide di voler imparare l’arte del pizzaiuolo e di non essere più rosticciere.

Il nonno decide così di fargli fare tanta, tantissima gavetta nelle pizzerie storiche di Napoli, fino a quando, tre anni fa, appunto, Salvatore apre la sua pizzeria: Imperatore a Via Duomo.

“Ho dato vita al mio sogno in un contesto di mostri sacri, rispettando sempre le mie origini, sgomitando con rispetto per dare credibilità al mio lavoro di pizzaiolo nonostante ancora in tanti associno il mio cognome con la rosticceria.”

Ma per Salvatore parlano i fatti. E i fatti sono un locale che, prima del Covid, era in piena ascesa, con file di persone ogni giorno, a pranzo e a cena.

“Abbiamo passato un febbraio mai visto, un grande successo, eravamo proiettati a fare grandi cose – ci dice – e poi…”

E poi, quello che anche qui chiamano lo tsunami. La chiusura. Il lockdown.

“Ci siamo fermati, ma mai arresi. I primi giorni quando potevamo fare solo consegne ero avvilito. Vedere il locale vuoto, la mancanza dei clienti, del rapporto con il pubblico, quella mancanza è stata quasi devastante. Ma anche il quartiere ci ha dato sostegno. La gente del posto. I napoletani.”

E proprio dopo questa considerazione, Salvatore ci dice che è vero, la crisi del turismo ha portato danni, ma può essere un’occasione affinchè i napoletani si riapproprino dei loro spazi, affinchè non si sentano più ospiti tra le loro strade, nel loro Centro Storico.

Ecco perchè ha deciso di dedicare proprio al patron di Napoli la sua pizza del mese, una vera e propria opera d’arte potremmo definirla perchè pensata e lavorata con grande maestria: il cappello di San Gennaro. Un doppio ripieno a forma della mitra del santo con sopra polpette al ragù napoletano.

“San Gennaro ci porterà bene e riusciremo a ripartire e a tornare più forti di prima. Ne siamo sicuri”.

E se San Gennaro ci mette la mano sua, ne siamo sicuri anche noi.

Il nostro racconto della ripartenza del Centro Storico non si ferma qui però. Prossimo appuntamento Mercoledì 1 luglio con un nuovo live sulla nostra pagina Facebook. Stavolta parliamo di creatività, moda e artigianato. Intanto segnalateci anche voi le realtà che stanno ripartendo. La nostra narrazione continua.

 

“Ricomincio dal Centro”: il nostro speciale sulla ripartenza del Centro Storico.Oggi vi portiamo da 1906 Imperatore Pizzeria

Posted by Identità Insorgenti on Friday, June 26, 2020

Valentina Castellano 

 

 

Un articolo di Valentina Castellano pubblicato il 27 Giugno 2020 e modificato l'ultima volta il 27 Giugno 2020

Articoli correlati

Imprese | 10 Luglio 2020

DONNE & FOOD

A Caserta il panino gourmet è femmina

Imprese | 9 Luglio 2020

RICOMINCIO DAL CENTRO

La pizzeria Di Matteo ai Tribunali ricomincia con nuove pizze nel segno dell’eccellenza del sud

Beni Culturali | 8 Luglio 2020

CENTRO STORICO

Riapre al pubblico il Complesso di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi