venerdì 15 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

SANREMO CANTA NAPOLI

Canzone Napoletana: in Liguria da stasera il Festival. Ma sarà una cosa seria?

Cultura, Lingua Napoletana | 11 Settembre 2018

Avrà inizio stasera a Sanremo, Sanremo Canta Napoli, manifestazione della durata di ben cinque giorni che si annuncia come omaggio della città dei fiori, sede del celebre Festival, alla canzone napoletana. La manifestazione si terrà nel teatro dell’opera del Casinò di Sanremo, e per la serata finale, il 15, al teatro Ariston.

L’idea è di riallacciarsi, dopo ben 86 anni, ad un’antica tradizione interrotta: si può dire, infatti, che il Festival di Napoli sia nato proprio a Sanremo. Nel 1932 si tenne nella cittadina, su iniziativa di Ernesto Murolo ed Ernesto Tagliaferri il Festival napoletano, precursore di quello che sarebbe stato poi il Festival della Canzone napoletana, nel 1952.

La novità è che il Festival  sarà incentrato su canzoni inedite. In gara ci saranno 20 concorrenti giovanissimi, selezionati nei mesi precedenti da una Commissione d’ascolto, che si esibiranno con 2 brani ciascuno: una cover e un inedito, tutti rigorosamente in lingua napoletana. Solo 10 dei 20 concorrenti in gara accederanno alla finale, al termine saranno selezionati 3 brani vincenti assoluti a pari merito, destinati al lancio e alla diffusione a livello nazionale e internazionale. L’obiettivo, dichiara il direttore artistico Ilio Masprone, è di dare nuovo slancio alla canzone napoletana, un genere il cui prestigio è riconosciuto in tutto il mondo. La Giuria di qualità sarà presieduta da Marinella Venegoni (La Stampa), Dario Salvatori (Rai), il maestro Adriano Pennino, Francesca Roattino (sanremonews.it).

L’apertura sarà il concerto degli ABBA Celebration, stasera alle 21, nota cover band autorizzata degli ABBA. Che non sappiamo che attinenza abbia con la musica napoletana, ma tant’è.

Nelle tre sere successive, mercoledì 12, giovedì 13 e venerdì 14, sempre al Teatro del Casino, si svolgerà il concorso vero e proprio, uno spettacolo prodotto sempre dal torinese Masprone, che dirige da anni la rivista del Festival di Sanremo.

Sabato 15 settembre, infine, ci sarà il Gran Galà della Canzone Napoletana, al Teatro Ariston, per ricordare grandi artisti come Pino Daniele, Renato Carosone, Roberto Murolo, Enrico Caruso con tra gli altri la Laurito, la Montecorvino e Miranda Martino. Ma sono annunciati anche i Jalisse e altri semi-ignoti che dovrebbero animare la serata.  Questo almeno leggiamo nei comunicati e nelle intenzioni. Staremo a vedere… convinti che lingua e musica napoletana necessitino di spinte più forti, anche se viaggiano sempre magnificamente sulle proprie gambe come dimostra, per fare l’esempio più recente,  la presenza di Liberato al Sonar Festival di Barcellona.

 

Teresa Apicella

Un articolo di Teresa Apicella pubblicato il 11 Settembre 2018 e modificato l'ultima volta il 11 Settembre 2018

Articoli correlati

Cultura | 12 Novembre 2019

POETI MODERNI

Guide percettive: un modo diverso di guardare ai luoghi in abbandono

Cultura | 28 Ottobre 2019

L’EVENTO RIUSCITO

Grande successo per Open House Napoli. 16mila visite in due giorni

Cultura | 27 Ottobre 2019

L’INTERVISTA

Giancarlo Marino e Folkville: un omaggio a miti e leggende

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi