domenica 15 dicembre 2019
Logo Identità Insorgenti

SECONDIGLIANO

Tra beni confiscati alla camorra nasce un campetto di calcio grazie ai ragazzi di Larsec

Periferie | 2 Dicembre 2019

Maradona junior arriva a Secondigliano, dai ragazzi di Larsec, sabato prossimo, 17 dicembre, alle 17.  In collaborazione con la Parrocchia Santi Cosma e Damiano sarà Diego junior a inaugurare il nuovo campo di calcio a 5 insieme a Carmine Zigarelli, presidente del Comitato LND-Campania.

Un campo nella zona con più beni inutilizzati sequestrati alla camorra

“Si parla spesso di spazi che mancano nel quartiere e i primi a denunciarlo di continuo siamo proprio noi, ma bisogna anche dare risalto alle notizie positive che ci sono e che si realizzano grazie al lavoro costante di chi ama il quartiere. Quella di sabato – spiega Vincenzo Strino, di Larsec – è anche un’occasione per i tanti ragazzi che frequentano la parrocchia di poter praticare attività fisica. Magari un giorno avremo anche una squadra rappresentativa del nostro quartiere per cui tifare, chissà!”

Il campo di calcio a 5 è stato costruito in quello che un tempo era il parcheggio della chiesa madre di Secondigliano risalente alla fine del ‘600 e costruita grazie al primo caso di crowdfunding napoletano (raccolta fondi tra i cittadini del quartiere).

“Perché diamo enfasi ad un semplice campetto? Per tre motivi – aggiunge Strino – perché si tratta del centro storico di Secondigliano che comprende tutte le vie (e quindi le famiglie) dove si è sviluppata la faida. Facile immaginare l’impatto sociale che genererà in quella precisa zona dove ci sono 9 beni confiscati alla camorra non utilizzati (credo che sia la più alta concentrazione di beni non utilizzati di tutta la Campania) e dove non c’è neanche una squadra di quartiere. Perché abbiamo invitato la FIGC? Perché a pochi metri di distanza c’è un campo di calcio regolamentare (il “Barassi”) chiuso da circa vent’anni ma, tramite questa inaugurazione in loro presenza, vorremmo cominciare un percorso istituzionale che porti poi municipalità e Figc stessa a riaprire il campo. Infine la presenza di Maradona Jr. è uno stimolo per avvicinare anche quei ragazzi che di solito si tengono lontani da una parrocchia. Ultimo motivo è che a noi del Larsec diverte tantissimo organizzare eventi del genere con le realtà del territorio, anche perché pensiamo che solo così si può costituire una rete: senza partiti/movimenti, senza soldi e senza altri interessi che non sia quello di cambiare il quartiere”.

Tra le prossime iniziative un murale dedicato a Ria Rosa

Ma non è tutto. Larsec si muove su più fronti, con eventi culturali, appuntamenti e confronti. E prossimamente sarà realizzato grazie a questi ragazzi anche un murale: dedicato alla grande Ria Rosa.

“Sì – conferma Strino –  grazie a un articolo di Identità Insorgenti  (di Flavia Salerni, ndr) è nata l’idea per la prima opera di street art a Secondigliano. Sulla porta del Larsec verrà raffigurata Ria Rosa perché volevamo che fosse una napoletana che ispirasse le ragazze e siamo ancora più felici che a farlo sarà una donna (Maria Yele). Quindi grazie per questi approfondimenti!”.

Insomma come accade in molte periferie di Napoli, che dovevano essere centrali e invece si ritrovano ancor più abbandonate, anche Secondigliano rialza la testa grazie a un gruppo di volontari. Come sempre siamo convinti che Napoli si rialza solo con iniziative come questa: dunque grazie ai ragazzi di Larsec che lavorano ogni giorno per dare opportunità al territorio che abitano.

Lucilla Parlato

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 2 Dicembre 2019 e modificato l'ultima volta il 2 Dicembre 2019

Articoli correlati

Ambiente | 23 Ottobre 2019

NAPOLI EST

Aria irrespirabile per incendi e rifiuti: Barra e San Giovanni si ribellano tra striscioni e presidi

Attualità | 19 Giugno 2019

LA VISITA

Il buco nell’acqua di Conte a San Giovanni: l’amarezza della comunità di Napoli Est

Cinema | 28 Maggio 2019

L’ANTEPRIMA

Selfie, il film sui ragazzi di Rione Traiano: nel cuore sempre Davide Bifolco

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi