sabato 8 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

SHOPPING E GALERA

Ligresti libera va a rinnovare il guardaroba mentre altri 25mila imputati restano a marcire nelle carceri italiote

Italia, Politica | 9 Novembre 2013

ligresti shopping

E’ un’Italia che si può solo combattere quella che “libera” Giulia Ligresti e lascia dentro le carceri italiane altri 24mila 824 “prigionieri” in regime di carcerazione preventiva, di cui tantissimi realmente ammalati.

Secondo i dati forniti dal dipartimento per l’amministrazione penitenziaria, al 31 marzo 2013, erano 65.831 i detenuti presenti nelle carceri italiane (quasi 24 mila stranieri e quasi 3 mila donne) a fronte dei 47.045 posti disponibili. Di questi solo 39.697 con condanna definitiva. Gli altri quasi 25mila sono, invece, quelli ancora in attesa di giudizio. Imputati, per intenderci. Che allo Stato costano 235 euro al giorno ciascuno. Imputati come Giulia Ligresti.

Nel pieno della bufera e politica e delle polemiche che hanno travolto il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri – che ovviamente è rimasta al suo posto, nonostante le accuse di aver fatto pressioni per far liberare la figlia dell’ex patron di Fonsai Salvatore Ligresti, lei, Giulia, si concede un ricco shopping nella zona più chic di Milano.

Paparazzata dal settimanale Oggi. Ovviamente nell’indignazione generale. Ma in realtà la Ligresti sta meglio di tutti noi a giudicare dalle foto. Il pensiero va agli altri 25mila con relazioni meno importanti, che marciscono nelle Patrie (?) galere. Quelli, ovviamente, non li paparazza nessuno. Cosa importa che muoiano stipati come sardine, depressi, senza aria, malati? Ma un Paese dove i potenti possono tutto e ai poveracci è consentito a stento di respirare, non potrà mai essere la nostra Patria.

Lucilla Parlato

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 9 Novembre 2013 e modificato l'ultima volta il 11 Novembre 2020

Articoli correlati

Italia | 17 Marzo 2021

L’Italia delle disuguaglianze: perché oggi non celebriamo l’unità nazionale

Italia | 26 Febbraio 2021

Visto da Sud: un anno di pandemia (e di pregiudizi)

Italia | 13 Febbraio 2021

Biografie dei ministri del governo Draghi: il “mappazzone” nordico che giocherà la partita del Recovery Fund