fbpx
domenica 27 settembre 2020
Logo Identità Insorgenti

SI PARTE DAL DUOMO

San Gennaro, al via l’iter per il riconoscimento Unesco del “Culto e Devozione a Napoli e nel mondo”

Identità | 30 Giugno 2020

Sarà un iter lungo e complesso. Occorrerà almeno un anno ma sabato c’è la data ufficiale di partenza per il riconoscimento Unesco del Culto e la Devozione di San Gennaro a Napoli e nel mondo quali patrimonio immateriale dell’Umanità. L’idea è di alcune importanti realtà cittadine, tutte autorevolissime e credibili. Il che fa ben sperare in una conclusione positiva del percorso che inizia tra pochi giorni.

Non si poteva che iniziare questa procedura burocratica pesante e complicata nel luogo simbolo della città, la Cattedrale di Napoli, dove sarà il Cardinale Crescenzio Sepe a “benedire” l’ambizioso e importante progetto (invitati anche governatore e sindaco, anche se non ne è confermata la presenza). Qui, dove è sorta la cappella del tesoro di San Gennaro, frutto solo della devozione dei fedeli, insieme all’immenso patrimonio artistico che compone il suggestivo museo dedicato al Santo, il più prezioso del mondo, partirà dunque il complesso percorso verso il riconoscimento di un bene immateriale così caratterizzante per l’identità della città.

L’iniziativa è già stata meritevole dell’Iscrizione nell’Inventario IPIC per l’anno 2018 del Patrimonio culturale Immateriale Campano (Decreto Dirigenziale n. 205 del 07.10.2019) ed è promossa dall’Università degli Studi di Napoli Federico II – Centro Interdipartimentale Ricerca LUPT; in collaborazione con la Fondazione Fare Chiesa e Città, l’ Eccellentissima Deputazione della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro, il Pio Monte della Misericordia, il Museo Diocesano di Napoli, il Complesso Monumentale di Donnaregina, il Comitato Diocesano San Gennaro – Guardia di Onore alla Cripta; l’ Associazione”I Sedili di Napoli” Onlus, la Fondazione Ferrante Sanseverino, l’Associazione Sebeto ed ICOMOS International Council on Momuments and Sites.

Sabato dunque i promotori presenteranno i programmi delle attività esponendo l’agenda prevista, ricca di eventi e di iniziative che dimostreranno quanto sia vivo questo culto e quanti milioni di cittadini coinvolga in diverse nazioni (oltre confine ci sono molte comunità di emigrati devotissime al santo: basti pensare agli italoamericani che gli dedicano ogni anno 8 giorni di festa a Mulberry Street, New York).

Le Comunità locali ed internazionali, che da anni lavorano alla memoria e valorizzazione del culto del patrono di Napoli, hanno poi chiesto al Cardinale di presentare gli studi portati avanti fino ad ora in un prossimo Convegno. Poi si continuerà con il vero e proprio iter per la presentazione ufficiale della candidatura.

In particolare, tutte le Comunità che si riconoscono non solo nella memoria storica culturale in se, “bensì nella ricchezza di conoscenza” che nei secoli “vengono trasmesse da una generazione all’altra” nel mondo in piena condivisione con gli obiettivi riportati nella Convenzione UNESCO per la salvaguardia del Patrimonio culturale immateriale del 2003, hanno espresso la volontà di salvaguardare e tutelare il “Culto e Devozione di San Gennaro a Napoli e nel Mondo”.

Il primo obiettivo da raggiungere è quello di diffondere la conoscenza della “rappresentatività della diversità e della creatività umana” per permettere alla comunità, ai gruppi nonché alle singole persone di elaborare dinamicamente il senso di appartenenza sociale e culturale rappresentato da San Gennaro.

Noi, come Identità insorgenti, saremo tra le prime realtà ad aderire al Comitato: sia per essere stati testimoni, dalla nostra nascita, di tutti gli eventi dedicati al santo (oltre che promotori del famoso “giorno dei fazzoletti” e autori e produttori del documentario dedicato a San Gennaro prodotto da questa testata).  Seguiremo dunque tutte le tappe e vi racconteremo da sabato, in diretta, questo nuovo inizio per riconoscere quale bene immateriale del mondo un culto che unisce milioni di persone in tutto il pianeta.

Lucilla Parlato

Ph Salvatore Laporta / Kontrolab (tutti i diritti riservati)

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 30 Giugno 2020 e modificato l'ultima volta il 3 Luglio 2020

Articoli correlati

Identità | 19 Settembre 2020

AL DUOMO DI NAPOLI

Ore 10.02, si ripete il prodigio di San Gennaro in una cattedrale semideserta

Identità | 16 Settembre 2020

FESTA ANNULLATA

Dopo 94 anni San Gennaro a New York dura un giorno solo

Identità | 10 Settembre 2020

19 SETTEMBRE

San Gennaro, festa ridotta: vietato baciare le reliquie e solo 200 posti in Cattedrale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi