mercoledì 28 luglio 2021
Logo Identità Insorgenti

SIGONELLA BIS

Febbraio di guerra: Renzi svende la Sicilia agli Usa

Attualità, Europa, Italia, Politica | 24 Febbraio 2016

 

Devono aver letto da qualche parte che nel 2017 Sigonella (a due passi da Catania, a quattro dal Cara di Mineo e a sei dal Muos di Niscemi) diventerà la capitale mondiale dei droni, i famigerati aerei senza pilota. E, temendo un aumento dei prezzi, avranno deciso di anticipare il tour all’interno dell’area americana dell’aeroporto militare di Sigonella. Non si spiega altrimenti la visita guidata del Touring Club di Catania che, in collaborazione con la Naval Air Station, ha organizzato per il prossimo 27 febbraio un tour turistico all’interno della base statunitense alla modica cifra di 54 euro (per i non soci, eh).

“Incontreremo un reparto dei marines predisposto alle operazioni anti-terrorismo – scrivono – con dimostrazione disinnesco bomba. Nel pomeriggio si visiteranno le aree ricreative all’interno del villaggio che ospita i militari e le loro famiglie”. Oppure devono aver saputo, gli ideatori della gita militarista, che in gran segreto il governo Renzi ha autorizzato l’utilizzo dei droni armati in funzione anti-Isis. La cui partenza è prevista proprio da Sigonella. Il via libero italiano si è appreso ieri dal Wall Street Journal. I droni verranno impegnati non solo in Libia ma più in generale nelle terre del Nordafrica e in Medioriente. Secondo lo storico giornale americano, gli Stati Uniti provavano da oltre un anno a convincere l’Italia a permettere loro di compiere questo tipo di operazioni. E la base di Sigonella, per la posizione geografica e l’armamentario sempre più potente, si conferma snodo fondamentale dell’alleanza tra Italia e Usa. Il governo italiano da 24 ore sta tentando di rassicurare l’opinione pubblica. Il ministro degli esteri Paolo Gentiloni ha spiegato che le operazioni antiterrorismo non sono “il preludio ad un intervento militare”, anche se Afghanistan ed Iraq stanno a dimostrare il contrario.

La ministra della difesa Roberta Pinotti parla di “azioni mirate come quelle di Sabrata, ma nella cornice di coalizione”, ovvero l’ennesima ricerca di un posto al sole nello scacchiere geopolitico internazionale attraverso la guerra. Mirata, preventiva, a bassa intensità, coordinata: sempre di guerra si tratta. Matteo Renzi ha invece spiegato che “le autorizzazioni saranno date caso per caso”, ma senza passare dal Parlamento: che poi è ciò che da anni denunciano i comitati No Muos.

Già il 6 febbraio scorso, poi, il movimento antimilitarista aveva espresso una netta posizione contraria alla guerra in Libia.

I venti di guerra, insomma, soffiano lenti ma costanti e sono in ascesa. E intanto un’altra felice coincidenza, per citare i Subsonica. Ogni volta che lo Stato italiano fa un passo in avanti nell’accondiscendenza agli Stati Uniti esce fuori in contemporanea un articolo che gratifica l’ego di qualche funzionario. Era toccato a Rosario Crocetta nell’agosto 2013, il quale aveva ricevuto le attenzioni del Washington Post all’indomani della “revoca della revoca” con la quale il presidente della Regione Siciliana si rimangiava un proprio atto e sostanzialmente dava nuovamente l’avvio ai lavori per il completamento dell’installazione delle parabole in contrada Ulmo, a Niscemi.

Oggi tocca a Federica Mogherini, la lady Pesc che viene celebrata da Vogue America.

Solo chi davvero mastica poca politica e dimentica la storia può dirsi infine sorpreso delle intercettazioni pubblicate in concomitanza da Wikileaks  sulla National Security Agency che spiava il governo Berlusconi ormai al tramonto nel 2011.

Dalla caduta del Cavaliere, è bene ricordarlo, nessun governo eletto dal popolo. Forse questo Paese dovrebbe interrogarsi una volta per tutte sull’influenza degli Stati Uniti d’America non solo sul Potere (mentre scriviamo è in corso un question time sul caso Nsa alla Camera) quanto piuttosto sulla vita di ogni giorno delle persone.

L’ultimo che c’ha provato era un certo Giorgio Gaber

Andrea Turco

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 24 Febbraio 2016 e modificato l'ultima volta il 24 Febbraio 2016

Articoli correlati

Attualità | 30 Maggio 2021

Identità Insorgenti vi saluta. Ci vediamo a settembre su SulSud.it

Attualità | 14 Maggio 2021

De Luca: “Se non arrivano i vaccini sarà impossibile immunizzare la Campania entro l’estate”

Attualità | 7 Maggio 2021

De Luca: “Entro luglio la città di Napoli sarà immunizzata”