mercoledì 13 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

SOLITO SPUTTANAPOLI

Il Gazzettino: “A Montebelluna rifiuti come a Napoli”

Ambiente, Italia | 28 Settembre 2017

Ci tocca al solito fare una ramanzina on line ai titolisti del nord de “Il Gazzettino”, giornale storico che ha ben 130 anni di storia (ma poca memoria e conoscenza della realtà evidentemente). Scrivono oggi, sull’edizione cartacea, di Montebelluna, paesello del Veneto in provincia di Treviso, che conta 31mila abitanti, che la situazione sul fronte rifiuti sarebbe “come a Napoli” riportando il commento di quache imbecille su fb, sotto una foto della spazzatura che invade il mercato locale. Tanto per farla nuova, come se l’emergenza rifiuti – gravissima ma superata, negli anni scorsi – fosse ancora una cosa viva e reale a Napoli, cosa che sappiamo non essere più così.

Marzio Favero, sindaco di Montebelluna al secondo mandato, manco a dirlo, della Lega Nord, farebbe bene invece a guardare in casa propria così come i giornalisti del Gazzettino.

L’emergenza rifiuti nel suo paese è cosa antica. E invece di preoccuparsi dei migranti, da buon salviniano, Favero farebbe bene a occuparsi della pulizia del suo paesino. Così come i giornalisti del quotidiano trevigiano.

Ad esempio preoccuparsi del degrado al Parco Manin, la più importante area cittadina di Montebelluna, che secondo la stampa locale è invaso da rifiuti e vandali ogni giorno, al punto che i cittadini nello scorso mese di agosto hanno lanciato una petizione online.

O, ancora, di quanto accaduto ad Halloween lo scorso anno, quando alcuni vandali con bombolette spray azzurre e nere hanno riempito di sigle e scritte il tavolo e i sedili che ci sono sul sagrato della seicentesca chiesa di Santa Maria in Colle.

O del fatto che Montebelluna è considerata da alcuni la capitale dell’alcool.

Invece nulla di tutto questo viene ricordato: la nuova emergenza, al mercato del Pesce di Montebelluna, rievoca ai giornalisti del Gazzettino la città di Napoli. Non per fare del vittimismo, che sapete è esercizio che non ci interessa, ma c’simm sfasteriati di queste narrazioni tossiche da parte dei media mainstream.

Lucilla Parlato

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 28 Settembre 2017 e modificato l'ultima volta il 28 Settembre 2017

Articoli correlati

Ambiente | 10 Novembre 2019

TARANTO

Ilva, strappo tra Governo e ArcelorMittal: e cittadini e lavoratori al solito pagano il prezzo più alto

Ambiente | 25 Ottobre 2019

NAPOLI EST

Il ministro Costa obbliga il comune di Napoli al dietrofront: discarica da chiudere e bonificare

Ambiente | 23 Ottobre 2019

NAPOLI EST

Aria irrespirabile per incendi e rifiuti: Barra e San Giovanni si ribellano tra striscioni e presidi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi