fbpx
mercoledì 15 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

AMARO EUROPEO

Un dominio senza ‘cazzimma’: il Napoli non va oltre lo 0-0 sul campo della Stella Rossa e complica non poco il prosieguo del percorso in Champions League

Sport | 18 Settembre 2018

Partenza a rilento, in Champions League, per il Napoli di Carlo Ancelotti. Contro la Stella Rossa, gli Azzurri non vanno oltre lo 0-0, complicando non poco il proprio percorso europeo in un girone che, completato da Liverpool e PSG (ieri sera, ad Anfield, gli inglesi hanno vinto 3-2 contro i parigini), è tra i più impegnativi e difficili dell’intera competizione.

E’ uno 0-0, quello del “Marakana” di Belgrado, che ci lascia con l’amaro in bocca. D’altronde, la differenza tecnica tra il Napoli e i volenterosi padroni di casa serbi è stata a dir poco evidente per l’intero arco del match.

Che poi, perché non si è vinto?

Forse per la troppa sicurezza nei propri mezzi o, come ci è maggiormente sembrato, per la troppa poca cattiveria e incisività nei momenti in cui l’avversario ha mostrato il fianco. Ecco, nonostante una prestazione di ottimo livello, al primo Napoli europeo della stagione è mancata la ‘cazzimma’.

Quella tipicamente e squisitamente nostrana che ti consente di raggiungere il massimo obiettivo col minimo sforzo, tirandoti fuori da situazioni complicate che, diversamente, potrebbero rivelarsi molto più insidiose di quel che apparentemente sono.

E che ti fa tornare a casa con i tre punti.

Ve ne parlammo già sabato sera, dopo la vittoria con la Fiorentina, e ve lo ribadiamo oggi che gli umori sono un po’ più grigi. Il nostro Napoli sta cambiando pelle. E farlo presuppone mettere tanta carne a cuocere per sperimentare idee nuove, alla ricerca di equilibri solidi e duraturi. Anche sotto il profilo mentale che, dati alla mano, negli ultimi anni è risultato essere il vero limite di questa squadra ricca di talento.

Vero, il cammino in Champions League appare già in salita. Ma credere che il passaggio del turno sia cosa praticamente impossibile, non ci aiuterà di certo a migliorare la situazione.

La prossima col Liverpool, il 3 ottobre al San Paolo, sarà già decisiva.

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 18 Settembre 2018 e modificato l'ultima volta il 19 Settembre 2018

Articoli correlati

Sport | 13 Luglio 2020

IL RICORDO

Ci lascia Mario Scotti Galletta, portiere icona della pallanuoto napoletana

Sport | 13 Luglio 2020

FISCHI PER FIASCHI

Il Napoli crea, l’arbitro distrugge: al San Paolo è 2-2 col Milan

Sport | 9 Luglio 2020

SETTEBELLO D’ORO

9 agosto 1992: quando Barcellona si tinse d’azzurro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi