fbpx
martedì 7 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

SUL LUNGOMARE

Movida e senso civico: flashmob contro l’abbandono indiscriminato dei rifiuti

Ambiente | 29 Maggio 2020

Una città senza uomini o uomini senza una città? Il contrasto evidente che ha segnato la ripartenza dopo la quarantena è sotto gli occhi di tutti noi. Eppure una parte di questa città è convinta che movida e libertà non siano necessariamente sinonimo di distruzione, come sembra dimostrare lo spettacolo a cui stiamo tristemente assistendo in questa sfrenata e anarchica ripartenza.

Sabato 30 Maggio dalle ore 22 inizierà il tempo della reazione. Riuniti a Rotonda Diaz (ma protetti e ben distanziati), persone di tutta la città inizieranno a ripulire i disastri provocati dall’abbandono indiscriminato di rifiuti. Un’azione di flash mob, nata su ispirazione dalle iniziative maDre e Tunnel Park e dall’associazione Retake Napoli, vedrà partire una coraggiosa ma ormai necessaria opera di sensibilizzazione al cuore del problema. L’arma utilizzata è tra le più potenti: l’esempio.

La fase 1 ci ha insegnato a conoscere un mondo diverso. Un mondo in cui la Natura è tornata a mostrarsi al massimo del suo splendore come non è forse mai accaduto in epoca post-industriale. Un mondo che però non ci ha permesso di essere lì a godere dei suoi frutti, chiusi come eravamo nelle nostre case.

Un cambio di paradigma è possibile e necessario, e tanti di noi hanno l’energia, la voglia e la speranza di crederci. E’ il momento di far sentire la voce dei cittadini che non vogliono sottostare inermi a questa guerra tra Uomo e Natura. Perché non imparare a conciliare le nostre abitudini con il rispetto per i beni comuni che ci circondano?

Chiunque voglia prendere parte al flash mob potrà raggiungere l’area dotato di mascherina, guanti e buste trasparenti, ma soprattutto con la grinta di voler riscattare la propria terra e far emergere a gran voce un problema che possa finalmente essere affrontato con strategia e programmazione politica.

Iniziamo noi. Dimostriamo che possiamo divertirci senza lasciare le nostre orme ovunque, portando con noi i nostri rifiuti fino al bidone più vicino e avendo “cura” e attenzione per la conseguenza delle nostre azioni. In questa guerra tra Uomo e Natura non ci saranno vincitori.

Nico Laudiero – vice presidente Retake Napoli

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 29 Maggio 2020 e modificato l'ultima volta il 29 Maggio 2020

Articoli correlati

Ambiente | 2 Luglio 2020

L’APPELLO

Un manifesto per la Gaiola promosso dal Mann: “Vicini alla Csi per la salvaguardia dell’area”

Ambiente | 30 Giugno 2020

ANTEPRIME

Siamo scesi alla Gaiola che riapre il 3 luglio: bagnanti divisi per fasce orarie, prenotazioni obbligatorie on line

Ambiente | 24 Giugno 2020

L’INIZIATIVA

“Inclusione e ambiente”: cittadini uniti per spiagge e fondali puliti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi