domenica 16 dicembre 2018
Logo Identità Insorgenti

SULLA ROUGH GUIDE

“Non andate a Napoli nord: distesa desolante dominata dalla camorra”

Turismo | 23 Agosto 2018

Se avete voglia di scoprire il Sud dell’Italia non fatevi ingannare da dicerie e luoghi comuni. Non date retta ai giornali come il Sun che mettono Napoli tra le città più pericolose del pianeta.
Andate in libreria, comprate una guida seria di un editore come Feltrinelli e poi state certi che Napoli non la sfiorerete nemmeno.
Nella loro guida, infatti, scritta da Robert Andrews, Ros Belford, Martin Dunford e Natasha Foges (4 ce ne sono voluti), Napoli è così descritta: “attratti dalla costa, sono pochi i visitatori che si dirigono nell’entroterra. In realtà il territorio subito a nord di Napoli è irrimediabilmente poco attraente, trattandosi per lo più di una distesa di sobborghi poco entusiasmanti. Quasi del tutto dominato dalla camorra e a volte chiamato “triangolo della morte”, non è un’area in cui soffermarsi; anzi, la cosa migliore da fare è attraversarlo senza fermarsi e raggiungere Caserta…”

A segnalare la splendida recensione Vincenzo Mazzarella, dirigente della Reggia di Caserta.
Non è chiaro se la guida fornisca anche indicazioni su kit di sopravvivenza, giubbotti antiproiettile e quant’altro. Ad ogni modo i turisti sono avvisati; se capitate da quelle parti tirate dritto. E pure se capitate intorno a certe librerie.

Maurizio Zaccone

Identità Insorgenti

Identità Insorgenti è un giornale on line che rappresenta un collettivo di scrittori, giornalisti, professionisti, artisti uniti dalla volontà di una contronarrazione del Mezzogiorno.

Articoli correlati

Sputtanapoli | 10 Ottobre 2018

PURE SULLO ZUCCHERO

Il Padrino e la pistola: così in Grecia viene rappresentata Napoli. E Kiss Kiss lancia la campagna #VivereaNapoliè

Attualità | 4 Ottobre 2018

IL SOLITO LIBERO

Migranti, colera e Napoli in un solo titolo. Però succede a Caserta (e nel resto d’Europa)

Sputtanapoli | 26 Settembre 2018

SU STRISCIA

Servizio sulla più grande piazza di spaccio d’Italia, in Brianza. E l’inviata cita, a sproposito, Scampia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi