fbpx
sabato 15 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

Sviluppo sostenibile | No a grandi opere: De Magistris punta su verde e sostenibilità

News | 18 Dicembre 2018

Una città più sostenibile e più verde, senza grandi opere che distruggono l’ambiente e che alimentano le mafie.  Il sindaco di Napoli e della città metropolitana Luigi De Magistris parla in occasione della prima Conferenza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile – promossa dal Ministero per l’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare -, che si è tenuta al Maschio Angioino questa mattina.

“Con la Città Metropolitana di Napoli abbiamo finanziato le piste ciclabili che si devono realizzare, siamo partiti con un progetto di bike sharing e stiamo terminando un bando che porterà nella città di Napoli 10 milioni di euro per la piantumazione a cui ne aggiungeremo altri”.

“Siamo molto avanti tra le città che contrastano dal basso il cambiamento climatico, che vogliono costruire comunità in cui ci siano sviluppo compatibile con l’ambiente, che possono costruire comunità in cui si viva meglio. Basti pensare alle linee di indirizzo del piano strategico della città metropolitana dove si parla di verde, di piste ciclabili, di mare, di una messa in sicurezza del territorio. Tutto in direzione contraria rispetto a un mondo che ha massacrato i beni comuni distruggendo l’ambiente”.

“È finito il tempo delle grandi opere pubbliche inutili che servono solo a pochi, molto spesso alle mafie. A noi serve mettere in sicurezza il territorio, valorizzare i beni comuni, preservare quello che il creato”.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 18 Dicembre 2018 e modificato l'ultima volta il 18 Dicembre 2018

Articoli correlati

Politica | 7 Maggio 2020

LA NOMINA

Panini lascia l’incarico di Segretario demA, al suo posto subentra Carmine Piscopo

Attualità | 30 Marzo 2020

POZZUOLI

Il sindaco: “Siamo sui media nazionali per pochi balordi irresponsabili”

Italia | 12 Marzo 2020

CORONAVIRUS

Libri, film, giga gratuiti: i regali delle aziende digitali per questi giorni di quarantena