Categorie: Sport

TANTO AMORE / I tifosi del Napoli e la solidarietà: dalla raccolta fondi al rap per Ascierto

Solidali lo sono sempre stati i Fedayn della curva B del San Paolo. Non semplici tifosi del Napoli, ma innamoratissimi della città, identitari, sempre presenti nei momenti complicati di Partenope e sempre in prima linea quando c’è stato da combattere per la città.

Non si smentiscono in questi giorni, che stanno portando avanti tante iniziative belle e solidali. Prima un’ondata di striscioni che hanno illuminato tanti balconi di Napoli e provincia, per esprimere solidarietà a medici e infermieri in prima linea nella guerra al coronavirus. Poi la raccolta fondi promossa da Alessandro Cosentino, leader dei Fedayn, fino ad arrivare al rap inventato dal vulcanico Massimiliano Mantice, altro storico elemento del gruppo.

La raccolta fondi per il Cotugno e Pascale voluta da Cosentino

Con la generosità che appunto li distingue da sempre i Fedayn hanno pensato di portare avanti un doppio binario solidale. Da una parte vogliono devolvere tutti i rimborsi dei biglietti di Barcellona-Napoli ai nostri ospedali (parliamo di circa 250mila euro). Dall’altra hanno “acceso” un crowdfunding in cui fondi vanno direttamente nelle casse dei nostri ospedali, Cotugno e Pascale.

A tal proposito hanno diffuso anche un video dove calciatori e personaggi legati alla squadra fanno proprio il loro appello invitando a donare.

Superati i 10mila euro con le semplici donazioni dei tifosi.

Per chi vuole partecipare a Quarantena Azzurra, il link è questo: https://www.gofundme.com/f/sxkg3h-quarantena-azzurra?fbclid=IwAR0pPTkUxiqkrtpGROsgMT4SieaGgH4tBS2MwL2x_G4Bs5duh9K72tTvz48

Il rap di Mantice per il dottor Ascierto

2020 l’anno della Guerra mondiale / Chi sta al fronte tutti i giorni noi dobbiam ringraziare/  Soldati in prima linea, mascherina in trincea / Paolo Ascierto io l’ho scelto come mia Igea

Tu che rischi la vita, grazie di cuore/ Grazie infermiere, grazie dottore /
La cura che arriva, è del meridione / Perché aropp ‘a ‘strazione, ogni strunzo è prufessore

l’Italia ci infanga, comm a Striscia a Notizia / Galli che canta, ncopp a munnezza / Ancora n’è fernuto, mò è o mumemto e sfugà / Tengo ancora n’ata rima p’ogni taglio a sanità

Ogni giorno che passa, chiusi in reparto / Con gli occhi tristi, e il viso stanco /
Ora vi è chiaro, che chi salva il mondo / Non è in camicia bianca, ma camice bianco

Niente Marvel, niente DC / I miei supereroi armati di bisturi / Ringrazio i dottori, fallo pure tu /Un saluto a Vincenzo, il nostro angelo in più

Questi invece sono i versi di un rap, scritto da un altro storico Fedayn, Massimiliano Mantice, e cantato da Carlo Gargiulo (Vincenzo invece è uno scugnizzo morto di coronavirus… )

Anche qui c’è un video e soprattutto c’è la conferma che lo spirito dei veri tifosi del Napoli è unico e solo: al di là di tutto, tanto tanto amore!

Grazie scugnizzi…

Lucilla Parlato

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 31 Marzo 2020 e modificato l'ultima volta il 31 Marzo 2020
Condividi
Pubblicato da
Lucilla Parlato

Post recenti

ISTRUZIONE NEGATA / Maturità: tra proteste e proposte, l’anno anomalo del Covid

Lo scorso 28 Maggio il Senato ha approvato un nuovo decreto scuola, che secondo la…

9 ore fa

LA SENTENZA / Baretti: il tar dà ragione a De Luca e annulla l’ordinanza del sindaco

Alla fine la guerra dei baretti l'ha vinta Vincenzo De Luca. Il tar ha dato…

10 ore fa

LA RIFLESSIONE / Un piccolo gabbiano difeso dalla sua comunità ci insegna l’importanza del collettivo

Ho assistito ieri a una cosa troppo tenera. Sui tetti qui intorno vengono a nidificare…

15 ore fa

Le poesie in napoletano di Poesie Metropolitane

La rubrica dell’Associazione culturale no profit Poesie Metropolitane ha lo scopo di valorizzare la poesia…

2 giorni fa

MEMORIE / Colera e discriminazioni: una storia che abbiamo vissuto

Quando nel 1973 ci fu un ritorno del colera in Italia, con epicentro a Napoli…

2 giorni fa