martedì 10 dicembre 2019
Logo Identità Insorgenti

TEATRO E IDENTITA’

Il Corso di Cerciello all’Elicantropo: scuola di vita, oltre il palcoscenico

NapoliCapitale, Teatro | 30 Settembre 2014

laboratorio teatrale elicantropo

Il Laboratorio Permanente del Teatro Elicantropo di Napoli è tra le realtà più prestigiose per “apprendere” l’arte del palcoscenico. Anche quest’anno si scaldano i motori del corso diretto da Carlo Cerciello, con Roberto Azzurro, Paolo Coletta, Massimo Maraviglia, Gaston Troiano.

L’inizio dei corsi è previsto nel mese di ottobre per  terminare a giugno.

Il Laboratorio dell’Elicantropo si articola su tre anni di base, proseguendo con un periodo di ulteriore approfondimento attraverso esperienze seminariali ed incontri con artisti, maestri ed esperti teatrali di valore nazionale. Non esiste un solo “teatro”, un solo modo di farlo.

L’arte teatrale si apprende attraverso la sedimentazione, nel corso della propria vita, di una molteplicità di esperienze le più diverse tra loro. Chi insegna mette a disposizione la propria storia, la propria esperienza, la propria cultura teatrale, che è sempre una parte di quel mondo così variegato, complesso ed affascinante che è il teatro.

Il legame con il “maestro” non è da considerarsi relativo solo al periodo di apprendimento, ma resta nella vita, nella memoria, nella pratica teatrale nel corso di una intera vita. Il teatro, quello vero, è così.

“Questa l’ideologia primaria che differenzia il Laboratorio Teatrale Permanente dalle cosiddette Scuole di Teatro – raccontano nelle note del corso gli organizzatori – In tempi in cui prevale l’instupidimento da immagine, il virtuale sul reale, la capacità di produrre sulla capacità di pensare, l’economia sulla politica, il potere sugli ideali, il benessere consumistico sul benessere culturale, il potere sull’amore, il teatro rimane l’ultima, disperata zattera della creatività umana. In tal senso “fare teatro” vuol dire opporsi con la forza del sogno, della fantasia, della poesia, all’appiattimento culturale imposto da una società, ormai, in preda a un vero e proprio delirio di onnipotenza, di narcisismo, di egoismo e di profonda ignoranza”.

“Fare teatro” – aggiunge Carlo Cerciello – è tenere in vita, alimentare e far crescere il nostro mondo interiore, è agire una controrivoluzione sentimentale incruenta, realizzare sacche di resistenza creativa contro l’arroganza, l‘ignoranza e la strumentalizzazione del potere.

Grande, dunque, deve essere il senso di responsabilità di chi agisce questa “nobile” arte nei confronti del pubblico cui si rivolge, perché grande e dirompente è la forza del rito teatrale, quando, compiendosi, riesce ad esprimere tutto il suo potenziale comunicativo.

Tutto il resto è puro intrattenimento.

Il Laboratorio Teatrale Permanente vuole, dunque, evitare di creare e strumentalizzare illusioni, cercando, invece, di motivare e rendere responsabile, consapevole, chi ha deciso di entrare, sia pure in punta di  piedi, nel rigoroso, magico e meraviglioso mondo del teatro.

Detto questo è indubbio che il Laboratorio Teatrale Permanente del Teatro Elicantropo è considerato uno dei massimi riferimenti cittadini di crescita culturale e professionale nell’ambito teatrale, al punto che le richieste di iscrizione sono ormai tali da non poter essere tutte soddisfatte, a causa delle ridotte dimensioni dello spazio. Sotto il profilo professionale, l’appartenenza a tale laboratorio è diventata garanzia di serietà per molti addetti ai lavori, per cui alcuni degli allievi hanno già iniziato ad avere esperienze professionali soddisfacenti in alcune realtà teatrali di rilievo artistico e professionale della nostra città.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 30 Settembre 2014 e modificato l'ultima volta il 30 Settembre 2014

Articoli correlati

Identità | 18 Novembre 2019

LEGGENDE

Parthenope, alla ricerca della tomba della Sirena

NapoliCapitale | 24 Ottobre 2019

STORIE DEL VOMERO

Castel Sant’Elmo: testimone di bellezza e ribellione

Arte | 17 Ottobre 2019

TORNA L’ARTE IN PIAZZA

Natale a Napoli con i lupi di ferro del cinese Liu Ruowang

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi