lunedì 16 dicembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Terra dei Fuochi: dobbiamo prepararci ad una nuova stagione di roghi?

News | 14 Marzo 2019

Ma quante volte ancora bisognerà ripeterlo perché si faccia realmente qualcosa. In che lingua pensate bisogna dirle certe verità a tutti già note?

Il fenomeno Terra dei fuochi è molto più della semplice busta dell’immondizia gettata in strada ed incendiata da ignoti vandali per pura goliardia. Terra dei fuochi è oltre quelle forme di inciviltà e maleducazione che spingono le persone ad abbandonare rifiuti ovunque.

Il dramma ambientale che caratterizza tutto lo stivale, da Nord a Sud, è frutto del connubio fatale di mafie e imprese che scelgono di cooperare per mero profitto.

Questa terra puzza ancora di lavoro nero e di fabbriche tessili abusive attive, in maniera del tutto illegale, negli scantinati, nei capannoni, nei garage dei nostri territori.

Questa terra è prigioniera dell’evasione fiscale che rende invisibili le merci prodotte e i conseguenti materiali di scarto i quali, affinché restino sotto traccia, devono essere smaltiti illegalmente.

Lo dimostra ancora una volta, come sempre e da troppi anni ormai, don Patriciello: con un video condiviso sui social e rilanciato dalla giornalista Nadia Toffa, ha mostrato il semplice processo che sta alla base dell’inquinamento ambientale.

Padre Maurizio si trova sulla Strada Statale che costeggia anche il Parco Verde di Caivano e attraversa l’interland tra Napoli e Caserta: buste della spazzatura piene di rifiuti tessili che attendono di essere incendiati alla prima occasione utile.

Ancora non è finita, dunque, per questo popolo di don Chisciotte che continua a lottare contro i mulini a vento.

Questo governo sembrava intenzionato a voler cambiare completamente le cose. Era pronto ad offrire la soluzione finale ad un problema enorme. Ma quanto realizzato non è certamente abbastanza.
Non è ancora cominciata la stagione dei roghi, ma all’orizzonte non si intravede nulla di buono. Tutt’altro, bisogna forse temere ancora le caldissime estati degli incendi?

Ai ministri, a chi di dovere, sentiamo di rigirare l’invito che il leghista Marco Bussetti, ministro dell’istruzione, ha condiviso non molti giorni fa agli studenti ed agli insegnanti del Sud: “Impegnatevi di più“, cari ministri, “Impegnatevi forte. Sacrificio, impegno e lavoro” e forse qualcosa cambierà davvero.

Buongiorno a tutti. Vi mostro il video di un vero guerriero che ogni giorno combatte contro la camorra e dà speranza agli adulti e ai bambini che da anni continuano ad ammalarsi di cancro. Padre sono con lei e prego per voi che il Governo intervenga per aiutarvi. Fate girare perché questo appello arrivi ovunque. Grazie a tutti

Geplaatst door Nadia Toffa op Donderdag 14 maart 2019
Il video pubblicato da Nadia Toffa
Un articolo di Rocco Pezzullo pubblicato il 14 Marzo 2019 e modificato l'ultima volta il 14 Marzo 2019

Articoli correlati

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

L'oro di Napoli | 14 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

Le radici greche della città partenopea

Attualità | 6 Dicembre 2019

LA POLEMICA

Il disastro del nuovo piano traffico a Napoli: guide turistiche sul piede di guerra

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi