domenica 16 dicembre 2018
Logo Identità Insorgenti

TITOLI E PREGIUDIZI

“Torino ha paura, peggio di Napoli”: l’ossessione per Partenope del direttore di CronacaQui, Beppe Fossati

Sputtanapoli | 30 Giugno 2018

Torino ha paura, troppi reati; PEGGIO DI NAPOLI.
Non trova paragone migliore il quotidiano torinese “Cronacaqui” per esprimere la vastità del problema ai suoi cittadini.
“Pensa un po’, se siamo messi peggio di Napoli allora siamo rovinati”, penseranno.

Il riferimento è al rapporto Censis sulla sicurezza in Italia:
https://imgur.com/NjMofse

L’indagine ci dice che per numero di reati denunciati il podio è composto, nell’ordine, da Milano, Roma e Torino. Segue Napoli.

Se però si considerano i reati in rapporto agli abitanti (analisi più equa) la classifica cambia; non tanto per Torino che scivola dal terzo al quarto posto, ma per Napoli, che scompare dai radar della top ten. Infatti è al 23°posto.

Ma per “Cronacaqui”, che i rapporti forse non li legge per intero, il dato agghiacciante è questo.
Il 28 Giugno del 2018 sono messi peggio di Napoli.

Ora vaglielo a spiegare che se il rapporto Censis è di pochi giorni fa, i dati presentati sono però vecchi di 2 anni, perché relativi al 2016. “Vabbè , li avranno resi pubblici solo ora”, penserà qualcuno. Per niente.

Circolano già da un anno.
http://www.infodata.ilsole24ore.com/2017/10/09/furti-rapine-truffe-informatiche-le-classifiche-dei-reati-2016-provincia/

Vabbè a Cronacaqui non se ne saranno accorti. Distratti.

Poi scopri che già 6 anni fa l’escalation di furti a Torino era da loro denunciata così:
“Aumentano furti, scippi e rapine: Torino peggio di Napoli e Palermo”
https://www.cronacaqui.it/26712_aumentano-furti-scippi-e-rapine-torino-peggio-di-napoli-e-palermo/

Allora forse già lo sapevano. Amnesia.

Poi scavando vedi che anche 8 anni fa denunciavano lo stesso problema allo stesso modo:

Borseggi e rapine: Torino è peggio di Napoli e Palermo”
https://www.cronacaqui.it/5265_borseggi-e-rapine-torino-e-peggio-di-napoli-e-palermo/

Quindi è Alzheimer, probabilmente.

Ma in realtà a Cronacaqui, Napoli ce l’hanno nel cuore.

I poliziotti arrestano 3 spacciatori? Ed ecco che titolano: “Torino come Scampia”
https://www.cronacaqui.it/torino-come-scampia/

E allora i complimenti vanno fatti al suo direttore Beppe Fossati.

Per chi ha una memoria migliore dei giornalisti di Cronacaqui, lo si può ricordare alle Iene protagonista di una mirabile figura di merda quando si inventò la notizia di una pesante lite tra Amauri e Buffon per avances profferite dal brasiliano alla moglie di Gigi. https://www.gazzettadiparma.it/news/spettacoli/31269/Buffon–Seredova–Amauri-.html

I diretti interessati lo mandarono a quel paese.

Ma di Fossati esistono testimonianze prestigiose.
Marco Travaglio lo ricorda così: “”Ho fatto l’abusivo al Giornale come vice-corrispondente da Torino dal 1987 al 1992. Il corrispondente era Beppe Fossati, bravo e simpatico, ma con poca voglia di lavorare. A volte scrivevo pure i suoi articoli e lui mi dava cinquantamila lire al pezzo”.
https://biografieonline.it/biografia-marco-travaglio

Effettivamente, con questo curriculum, non sembra messo poi così bene, Direttore.
Oserei dire, quasi peggio di Napoli.

Maurizio Zaccone

Identità Insorgenti

Identità Insorgenti è un giornale on line che rappresenta un collettivo di scrittori, giornalisti, professionisti, artisti uniti dalla volontà di una contronarrazione del Mezzogiorno.

Articoli correlati

Sputtanapoli | 10 Ottobre 2018

PURE SULLO ZUCCHERO

Il Padrino e la pistola: così in Grecia viene rappresentata Napoli. E Kiss Kiss lancia la campagna #VivereaNapoliè

Attualità | 4 Ottobre 2018

IL SOLITO LIBERO

Migranti, colera e Napoli in un solo titolo. Però succede a Caserta (e nel resto d’Europa)

Sputtanapoli | 26 Settembre 2018

SU STRISCIA

Servizio sulla più grande piazza di spaccio d’Italia, in Brianza. E l’inviata cita, a sproposito, Scampia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi