martedì 11 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

TRASPORTI

L’Anm riduce le corse: ecco il piano trasporti a Napoli

Infrastrutture e trasporti | 13 Marzo 2020

In seguito alla riunione sul Trasporto pubblico locale che si è tenuta in Regione Campania, Anm annuncia la riduzione di una parte del trasporto pubblico nella città di Napoli a causa dell’emergenza covid19. I servizi di trasporto pubblico vengono riprogrammati a partire da lunedì 16 marzo come di seguito indicato:

– Metro Linea 1: ultima corsa da Garibaldi alle ore 20.04 e da Piscinola alle ore 19.44

– Funicolari Chiaia, Centrale e Montesanto: ultima corsa alle ore 20.00. La Funicolare di Mergellina resta chiusa e sostituita dalla navetta bus 612 nelle fasce orarie 7-10 e 17-19.

– Sono sospesi i servizi notturni di linea, i servizi di linea cimiteriali linee bus C1-C5-5-167-185-V1-176; le linee ordinarie C1-V1-C5-167-C27-156-185-5-176-615. L’arco di esercizio delle Linee di superficie si svolgerà dalle 5.30 alle 21.30, ad eccezione delle direttrici principali che saranno attive fino alle 23. L’offerta di servizio viene concentrata a garanzia delle fasce orarie di punta della giornata, in special modo sulle linee a maggiore frequentazione e su quelle di collegamento con le aree periferie di Napoli e con i Comuni limitrofi. Complessivamente la riduzione del servizio sarà di circa il 40% . Il provvedimento prevede la chiusura al pubblico degli ascensori di Acton e Ventaglieri e delle seconde uscite delle stazioni Metro Linea 1 di Montedonzelli Via dell’Erba, Montecalvario e Rione Alto.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 13 Marzo 2020 e modificato l'ultima volta il 13 Marzo 2020

Articoli correlati

Infrastrutture e trasporti | 22 Aprile 2021

Scale di Napoli, ecco quali saranno recuperate con i 5 milioni del Patto per Napoli

Infrastrutture e trasporti | 22 Aprile 2021

Galleria della Vittoria: si riattaccheranno i vecchi pannelli. Ma non si sa quando riaprirà

Infrastrutture e trasporti | 14 Aprile 2021

Galleria Vittoria, arriva il dissequestro. Ma per il ripristino occorrerà almeno un anno