domenica 18 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

VERGOGNA BAGNOLI

Renzi espropria case a mille cittadini. Loro: “Resisteremo, non ce ne andremo”

Battaglie, Italia, NapoliCapitale | 11 Aprile 2016

mattino su espropri

Tutto inizia la scorsa settimana quando sul Mattino – manco a dirlo – compare un’intera pagina scritta fitta fitta (di comunicazione istituzionale a pagamento) dove si annunciano tra le altre cose gli espropri delle case di Coroglio. 230 abitazioni e 1000 persone che si troverebbero dall’oggi al domani senza casa per le speculazioni in programma a Bagnoli.

Ed è subito allarme tra gli abitanti che dall’oggi al domani potrebbero trovarsi senza casa, grazie alle follie di Renzi (e della sua candidata Valeria Valente).

Paola Minieri è una delle cittadine e dei cittadini di Napoli “colpiti” da questo provvedimento. “Purtroppo con il piano Renzi abbiamo saputo dal Mattino del 9 aprile a pag 26 dell’esproprio” racconta subito. “Ma noi non ce ne andiamo, sia chiaro: abbiamo la convocazione giovedi in prefettura di Invitalia per parlare dell’esproprio e venerdi in chiesa a Coroglio alle ore 18 abbiamo una riunione con tutti i cittadini di Coroglio e Bagnoli. Faremo resistenza”.

Sul Mattino erano comparsi tutti i nomi dei proprietari di abitazioni – ma anche di locali pubblici – di Coroglio e Bagnoli che, secondo il governo, se ne devono andare dalle proprie case per dare spazio ad alberghi bar e parchi verdi.

“Quella zona è dai tempi di Iervolino, Bassolino e company che non trova pace. Tutti noi come proprietari dal 1993 abbiamo ordini del giorno firmati dal comune di Napoli che invece dicono tutt’altro:  il piano di allora prevedeva, infatti, che le case sarebbero state ripristinate e non abbattute. Invece con Renzi è tutto cambiato: si parla di espropri e abbattimenti”.

Eppure, fanno sapere gli abitanti di Coroglio e Bagnoli, il commissario non può procedere ad un esproprio perchè le abitazioni soon fuori dell”ambito SIN. “Giù le mani dalle nostre case e dalla nostra vita. Combatteremo… non ce ne andremo”.

Per ora c’è una pagina fb, Coroglio non si tocca. Nei prossimi giorni vi terremo al corrente di mobilitazioni e riunioni di questi cittadini esprorpiati da Renzi. Altri cittadini del Sud che pagano senza colpe, grazie al governo delle Lobby.

Lucilla Parlato

 

 

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 11 Aprile 2016 e modificato l'ultima volta il 30 Aprile 2017

Articoli correlati

Altri Sud | 3 Agosto 2019

GHANA

Il presidente panafricanista che ha sfidato l’Occidente

Altri Sud | 23 Giugno 2019

HONG KONG

Le manifestazioni per il “No Extradition” si fanno sempre più imponenti

Attualità | 17 Giugno 2019

LA POLEMICA

Municipi: no all’accorpamento delle sedi, con meno servizi e più caos

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi