venerdì 19 luglio 2019
Logo Identità Insorgenti

VIABILITA’

Seconda uscita Materdei, ecco il progetto per collegarsi con le Fontanelle

Infrastrutture e trasporti, NapoliCapitale, Senza categoria | 26 Giugno 2019

Nel rione Sanità convivono da tempo due grosse contraddizioni: un enorme potenziale artistico e culturale ed una complessa stratificazione sociale. Il popoloso quartiere incastonato tra il Borgo Vergini e la collina di Capodimonte fu edificato nel XVI secolo nel bacino di un vallone naturale da sempre utilizzato come luogo di sepoltura della città partenopea. Il destino del rione fu segnato nel 1809, quando Gioacchino Murat inaugurò il celebre Ponte della Sanità. L’opera architettonica, realizzata con l’intento di facilitare l’accesso alla Reggia di Capodimonte, provocò l’isolamento del quartiere, che da quel preciso instante tese a chiudersi su se stesso. Tredici anni fa, nel 2006, fu fondata la Cooperativa Sociale La Paranza, un’associazione che intraprese un percorso di autosviluppo votato alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del quartiere. Da quel giorno, lentamente, le esperienze sul territorio si moltiplicarono, furono recuperati pezzi inestimabili del quartiere, come il Cimitero delle Fontanelle, e il rione Sanità, dopo anni di buio, si apriva finalmente alla città, intercettando una fetta del flusso turistico che l’attraversava, e contribuendo, di conseguenza, al circuito produttivo di un quartiere che fino a pochi anni fa era considerato irrecuperabile.

Il rione Sanità, per anni considerato perfieria del centro antico di Napoli, necessitava di un ultimo step per integrarsi al tessuto cittadino e interecettare i turisti in arrivo in città: un collegamento con la metropolitana di Napoli; un percorso sotterraneo che potesse attraversare il quartiere e congiungere quel pezzo di città alla stazione Materdei della Linea 1. Il progetto, finanziato dal “Patto per Napoli”, è stato assegnato proprio in questi giorni ad un raggruppamento di professionisti costituito dall’Associazione Professionale “Giovani architetti per la Sanità”, Tecnosistem S.p.A., S.I.A. Servizi per Ingegneria e Ambiente srl, prof. arch. Pasquale Miano, ai quali sarà affidata la realizzazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Riutilizzo di una cava tufacea

Il progetto prevede il recupero di una cava tufacea realizzata nel 1761, successivamente usata come rifugio nella seconda guerra mondiale, che collegherà la stazione Materdei all’accesso di Fontanelle ricavato in via Telesino, nei pressi del celebre cimitero delle Fontanelle, attraverso un taglio alla base della gradonata esistente. L’opera, fondamentale anche ai fini turistici, consentirà di connettere alla Linea 1 un ulteriore bacino di 16 mila cittadini. Il progetto della cordata vincitrice del concorso prevede l’utilizzo della cavità tufacea come uno spazio espositivo legato alla storia millenaria del quartiere alle pendici della collina di Capodimonte. Nella cavità la pietra naturale sarà inoltre lasciata a vista, esaltando e valorizzando le venature e la stratificazione attraverso chiaroscuri naturali generati dai lucernari zenitali.

Il tunnel di nuova realizzazione di collegamento alla stazione Materdei sarà caratterizzato dalla copertura in tufo che genererà un gioco di pieni e vuoti attraverso alcune incisioni che si effettueranno durante le varie fasi di lavoro. A fare da trait d’union tra la cavità e il tunnel una pavimentazione di colore rosso e una specifica illuminazione naturale e a led. Il vincitore del concorso di progettazione dovrà trasformare la proposta presentata in un progetto di fattibilità tecnica ed economica entro i prossimi 60 giorni. Successivamente, dopo l’approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica, l’Amministrazione Comunale potrà affidare la redazione delle successive fasi progettuali e dare quindi avvio alla gara per i lavori.

Antonio Corradini

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 26 Giugno 2019 e modificato l'ultima volta il 26 Giugno 2019

Articoli correlati

Infrastrutture e trasporti | 24 Giugno 2019

MANUTENZIONE FANTASMA

I circa 200 edifici in città che necessitano interventi e messa in sicurezza

Infrastrutture e trasporti | 20 Giugno 2019

VIABILITÀ

Napoli, terminati i lavori di via Acton, via De Gasperi e via Depretis

Grand Tour | 15 Giugno 2019

GRAND TOUR

La Necropoli Ellenistica di Neapolis

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi