mercoledì 13 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

VIDEO | Accorinti, già sindaco di Messina: “Salvini? Un nazi-fascista”.

News | 16 Maggio 2019

Renato Accorinti non ha mai utilizzato mezzi termini. La determinazione che ha sempre dimostrato nell’affermare gli ideali in cui crede, lo ha reso emblema di una efficace rivoluzione.

La sua vita, le scelte che ha compiuto e le azioni che lo hanno caratterizzato, raccontano di lui più di quanto saremmo in grado di esprimere.

Non ha mai pensato di dedicarsi alla politica attiva, fino al 2013, fino a quando, cioè, i messinesi decisero di avviare una raccolta di firme affinché potesse anche lui correre verso le elezioni amministrative come candidato sindaco.

Renato accolse la sfida e, in seguito al ballottaggio, è diventato primo cittadino della città siciliana. Il primo ingresso nella casa comunale ha scelto di farlo a piedi scalzi, perché – come ci ha raccontato – “Gli spazi comuni, quei luoghi che appartengono a tutti, sono terra sacra e devono essere trattati con il massimo rispetto”.

Ha chiuso il suo mandato l’anno scorso, ma non si è fermato. La sua politica al servizio dei più deboli, contro ogni forma di razzismo e discriminazione, continua ancora oggi.

Abbiamo avuto la possibilità di scambiare quattro chiacchiere con Renato.
Ai nostri microfoni, condivide valori e sogni ed il bisogno, in particolare per il Sud, di unirsi e lottare per sostenere quegli ideali che non possono tramontare. Uno stile che può partire dal basso affinché si diffonda in tutto il mondo.

In merito a Salvini non ha dubbi: come già ebbe ad affermare in passato, anche oggi continua a definirlo un nazi-fascista, ma è sicuro che non durerà moltissimo. Chi semina il vento dell’odio, ha vita breve e raccoglierà tempesta.


Un articolo di Rocco Pezzullo pubblicato il 16 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 16 Maggio 2019

Articoli correlati

News | 30 Settembre 2019

LA POLEMICA

A Torino foto dei suoi studi in mostra. Il comitato no Lombroso: “Scatti razzisti”

Attualità | 6 Agosto 2019

DECRETO SICUREZZA

Niente “spazza clan”, repressione per Ong e per chi manifesta

Attualità | 10 Luglio 2019

ILVA TARANTO

Nulla di fatto al vertice Mise, intanto la Procura spegne l’altoforno 2

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi