giovedì 14 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

“Sorry Naples”: quando i pubblicitari inglesi capiscono Napoli più degli italiani

Agroalimentare | 13 Ottobre 2019

La nuova pubblicità di Subway, la catena di pizze britannica che di pizza ha ben poco, dimostra una cosa: che i pubblicitari londinesi capiscono Napoli più di quelli nostrani. Nella sua nuova campagna marketing per lanciare una serie di pizza-panino, infatti, compare sui cartelloni pubblicitari nei post sui social e nei video un bel “Sorry Italy!”.

Una ammissione di colpa, per l’appunto, per aver utilizzato ma soprattutto stravolto uno dei piatti tipici della nostra tradizione culinaria. Ma il lancio del prodotto è andato ben oltre la semplice ammissione dell’azzardo commesso.

Nei passaggi televisivi addirittura è stata tirata in ballo Napoli con nonne, nipoti e zii che al solo sentir parlare del nuovo pizza-panino di Subway invocano il Cielo, quasi si trattasse di un peccato mortale (cosa che ovviamente è!), mentre per la serie di pubblicità cartacee la catena di fast food ha preso in prestito anche “Il ritratto di Elisabetta Gonzaga” di Raffello, il Gesù nella “Quaresina di Santa Faustina”, e “La morte di Masaccio”, opere che hanno in comune sguardi di pura disperazione e sofferenza.

Divertentissimo e da guardare. Ve lo proproniamo!

 

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 13 Ottobre 2019 e modificato l'ultima volta il 13 Ottobre 2019

Articoli correlati

Agroalimentare | 7 Novembre 2019

LA SFIDA

14 mastri pasticceri reinterpetano il Raffiolo per l’VIII edizione dei dolci delle feste

Agroalimentare | 29 Ottobre 2019

LA REPLICA

Anche la Kimbo critica Report: “Rifatti i test. Per altri siamo i migliori”

Agroalimentare | 23 Ottobre 2019

LA POLEMICA

Caffè Borbone contro Report: “Noi premiati ogni giorno da milioni di consumatori”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi