venerdì 14 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

VINCE IL NAPOLI

Una magia di Insigne stende la Roma: 2-1 azzurro, Gattuso aggancia il quinto posto

Sport | 6 Luglio 2020

La griffe del campione, il graffio del talento, il sigillo del Capitano. E’ di Lorenzo Insigne la firma, magica e strabiliante, con cui il Napoli batte 2-1 in casa la Roma – non vi riusciva dal 2 novembre 2014 – e aggancia i capitolini in classifica al quinto posto. L’aveva aperta Josè Callejon, a inizio ripresa, con un altro marchio di fabbrica: quel taglio verso l’area avversaria che tutti conoscono, ma che in pochi ancora oggi riescono ad arginare. L’aveva poi riequilibrata Mkhitaryan, con un’azione di contropiede che ha palesato la presenza di alcuni ingranaggi difensivi ancora da sistemare e che – conoscendo Gattuso – rappresenteranno il tarlo su cui lavorare e migliorarsi da qui alle restanti otto partite di campionato.

Poi nel finale il tiro a giro del 24 e la grintosa esultanza con il suo allenatore. Cantava De André: “quei giorni perduti a rincorrere il vento, a chiederci un bacio e a volerne altri cento”. Questo Napoli e Lorenzo Insigne son tornati a correre insieme e nella stessa direzione. E poco importa se nel salottino di Sky, trascorsi oltre venti minuti dal fischio finale, si continui ancora a parlare della sconfitta della Roma piuttosto che della vittoria partenopea.

Cronaca di una rinascita

Giocare senza apparenti stimoli motivazionali e di classifica è quanto di più difficile e pericoloso ci possa essere. Con la vittoria della Coppa Italia, il Napoli è sicuro di essere in Europa anche il prossimo anno – l’undicesimo consecutivo, miglior rendimento italiano in assoluto – e dopo la sconfitta di Bergamo sa che l’accesso alla prossima edizione della Champions League non potrà virtualmente passare dal campionato.

Ciò nonostante, gli Azzurri continuano a tenere un passo sostenuto: hanno vinto sei delle ultime sei partite di Serie A, risalendo la classifica fino al quinto posto. Più che una gara su sé stessi, quella del Napoli di Gattuso somiglia sopratutto a una gara con sé stessi, in cui vincere aiuta a vincere. E, se necessario, ogni volta in un modo diverso.

Otto partite alla fine del campionato. Otto partite prima della sfida al Barcellona.

Forza Napoli,

Sempre!

Antonio Guarino

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 6 Luglio 2020 e modificato l'ultima volta il 6 Luglio 2020

Articoli correlati

Sport | 11 Maggio 2021

Troppo Napoli, gli Azzurri fanno 100 e travolgono l’Udinese

Sport | 8 Maggio 2021

Il Napoli annienta lo Spezia, continua la corsa Champions

Sport | 6 Maggio 2021

A Napoli dal 4 al 6 maggio i Campionati Italiani di Scherma