sabato 24 luglio 2021
Logo Identità Insorgenti

Zona gialla per la Campania: cosa si può fare e cosa no

Attualità | 26 Aprile 2021

La Campania è da oggi 26 aprile in “zone gialla”, a basso rischio Covid-19. Ecco cosa si può fare e cosa no in questa settimana.

Spostamenti anche nelle seconde case e in 4 a casa di amici

Le principali novità riguardano gli spostamenti. Da oggi sarà possibile andare a fare gite fuori, anche nelle seconde case.

Sono permesse le visite a parenti e amici, ma al massimo in quattro persone.

Sarà possibile raggiungere le seconde case anche fuori regione, ma solo verso zone bianche o gialle oppure se si è in possesso del pass.

Resta confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Scuole

Torneranno in classe anche le scuole secondarie. Nel resto del Paese la percentuale di studenti che potrà accedere alle lezioni in presenza varierà tra il 70 e il 100% a seconda delle esigenze degli istituti, in Campania invece un’ordinanza regionale permette ai presidi di ridurre anche al 50% la presenza in classe per motivi di distanziamento e sicurezza.

Bar e ristoranti

I ristoranti potranno riaprire a pranzo e a cena,  soltanto con servizio all’aperto e con spazi che garantiscano la sicurezza e il distanziamento, con non meno di un metro e mezzo tra ogni tavolo. Stessa situazione per il servizio ai tavoli dei bar.

Il limite serale delle 22 resta confermato. Vietato il consumo al bancone al chiuso nei bar.

Musei, cinema, teatri, concerti

I musei campani aprono gradualmente, con un calendario che vi abbiamo raccontato in altra parte del giornale.

Riaprono cinema, teatri, sale per i concerti e live club. I posti devono essere a sedere e distanziati con almeno un metro e mezzo di spazio e la prenotazione è obbligatoria.
La capienza massima consentita per ciascuna sala  è al 50% del totale, con limite di 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto.

Attività sportive

Si potrà di nuovo giocare a basket e calcetto (attività sportive di contatto), anche se soltanto all’aperto. Non potranno essere utilizzati gli spogliatoi. Sempre naturalmente consentita l’attività fisica all’aperto (corsa, bici) ma resta la garanzia di distanziamento. Chiuse per il momento le piscine all’aperto e le palestre, che – se la situazione non dovesse peggiorare – si prevede possano riaprire rispettivamente dal 15 maggio e dal 1 giugno.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 26 Aprile 2021 e modificato l'ultima volta il 26 Aprile 2021

Articoli correlati

Attualità | 30 Maggio 2021

Identità Insorgenti vi saluta. Ci vediamo a settembre su SulSud.it

Attualità | 14 Maggio 2021

De Luca: “Se non arrivano i vaccini sarà impossibile immunizzare la Campania entro l’estate”

Attualità | 7 Maggio 2021

De Luca: “Entro luglio la città di Napoli sarà immunizzata”